Barbara Enrichi come madrina a Ragusa

Scritto da Occhio dell'Arte il 11 Settembre 2016 •  ( Clicca sull'immagine per vederla in dimensioni reali)

Barbara Enrichi è affermata attrice di cinema, televisione e teatro. Sarà proprio lei  la Madrina della sezione Cinema al Premio Musa d'Argento, che si appresta a vivere l'ultimo step finale a Ragusa dopo un anno di selezioni in giro per l'Italia.

Il Premio, nato da una idea della art director Lucia Aparo ed organizzato minuziosamente nei dettagli dalla Associazione Academy Stars, premia il Talento artistico nei vari campi previsti: Moda, Cinema, Televisione, Teatro, Pubblicita' Riviste,  Spettacolo.

Vincitrice del prestigioso Premio David di Donatello per il film campione d’incassi “Il ciclone” di Leonardo Pieraccioni e candidata al Premio Nastro d’Argento per lo stesso ruolo, nel 2010 le è stato assegnato il Premio Sorelle Gramatica alla Carriera. È attrice interprete di ruoli comici e drammatici apprezzata sia dal pubblico, che dalla critica. 

Il suo ultimo impegno cinematografico è stato sul set del film “Maremmamara” (in lavorazione) di Lorenzo Renzi, nel ruolo di Brunella, recitando a fianco di Giancarlo Giannini, Marco Messeri e Alessandro Marverti (il fratello del Freddo nella serie tv Romanzo Criminale) oltre a recitare con bambini e ragazzi con la sindrome di Down. Il ruolo di Brunella mette in risalto la drammaticità dell'attrice con un personaggio di una madre forte e protettiva.

Nonostante il grande successo sia arrivato con i ruoli comici, Barbara Enrichi è un’attrice molto apprezzata anche per le interpretazioni in ruoli drammatici, grazie alla sua esperienza maturata in teatro con Ugo Chiti, con cui è stata impegnata nello spettacolo teatrale “L’abissina-Paesaggio con figure” interpretando il ruolo di Giacinta, affetta da evidente deformità, figlia di Nunzia (Isa Danieli).

Ha interpretato molti film di successo tra i quali: “Benvenuti in casa Gori”, “I laureati”, “Il ciclone”, “Fuochi d’artificio”, “Albergo Roma”, “Il cielo cade”, “Ritorno a casa Gori”, “Amici miei... come tutto ebbe inizio”, “Maremmamara” e tanti altri al fianco di attori di fama nazionale e internazionale, lavorando con registi di grande calibro come Alessandro Benvenuti, Francesco Nuti, Ugo Chiti, Andrea e Antonio Frazzi, Neri Parenti, Leonardo Pieraccioni, Giovanni Veronesi, Luigi Lo Cascio, Lorenzo Renzi per citarne alcuni.

Firma la regia del documentario “Variabili femminili. Di madre in figlia, storie di donne in tre generazioni” con testimonianze di donne del territorio del Chianti Fiorentino con cui ha vinto il Premio Speciale Fìmmina Tv alla VI edizione di Epizephiry International Film Festival di Locri (RC). Regista del video documentario “VVFF si racconta” sul Vittorio Veneto Film Festival di Cinema Internazionale per ragazzi.

È autrice del libro “In fondo alla passione”, in cui racconta la storia di un grande amore, vissuto e consumato nella cucina di un ristorante, confermando le sue doti di versatilità.

Barbara Enrichi si dedica anche all’insegnamento della recitazione cinematografica, mettendo a disposizione la propria esperienza alle giovani generazioni.

Dal 2014 è docente del Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano.

Grande attesa, pertanto,   per la finale nazionale a  Ragusa del Premio Musa d'Argento, che ha il patrocinio straordinario della Camera Nazionale Moda e Costume, sara' presentata dal conduttore Anthony Peth e si svolgera' dal 21 al 23 Ottobre 2016 presso  l' Athena Resort (Kastalia).


Ufficio stampa nazionale a cura dell'Associazione Occhio dell'Arte

Referente: Lisa Bernardini   

Referente locale: Lucio Di Mauro

Tel. 347-1488234  occhiodellarte@gmail.com

Info a : www.musadargento.it     Direzione Musa: luciaaparo2010@hotmail.it   Tel.   377-1346233


Nella foto, Barbara Enrichi